Ostia Bitch

2013-12-26-652_2

E’ un progetto che nasce per documentare e raccontare la realtà del Lido di Roma, spesso arrivato alle  cronache per ragioni legate a malgoverno e criminalità che, si spartiscono interessi economici più o meno leciti. Dallo sfruttamento dell’arenile alla gestione delle case popolari ed il nuovo porto turistico. Il mare è un elemento di contorno, diventa protagonista solo nelle passeggiate delle coppiette e per le tasche dei speculatori che si arricchiscono con la gestione degli stabilimenti, fiera campionaria di abusivismo e permissivismo del demanio, il mare perde la propria poesia, rimane sullo sfondo, impersona lo scarico dei liquami della città, un luogo dove i romani sperano di purificarsi dai peccati nei mesi estivi, un luogo di fuga e non di rifugio, un luogo da sfruttare a proprio piacimento, come si conviene alla peggiore delle puttane. Ostia Bitch lega le proprie immagini all’ambiente, alla prostituzione, al degrado, al mare, ai volti sconosciuti ed irriconoscibili di chi spreme, per il proprio tornaconto, questa parte di Roma così vicina e così lontana dalla Capitale. Un non luogo, un dormitorio, un passaggio, un ponte interrotto verso l’oblio.